L’EVENTO nazionale DEL SETTORE SERRAMENTO

Venerdì 7 Giugno

ore 9.00 – 18.00

Caserta

L’evento nazionale del settore serramento

Venerdì 7 Giugno

ore 9.00 – 18.00

Caserta

PROGRAMMA

9.00 Apertura esposizione e presentazioni di novità prodotto 

Fino ad esaurimento posti

Coordinamento a cura di Stefano Mora

#riqualificazione_edifici #consumi_energetici #2030 #economia_circolare #sostenibilità #emissioni #innovazione #EPD #LCA #CAM 

L’Europa impone scelte drastiche rispetto alla riqualificazione degli edifici che dovranno portare ad una riduzione importante dei consumi energetici e delle emissioni.
Una vera e propria rivoluzione economica e di prodotto.
Tutte le aziende del comparto serramento saranno coinvolte attivamente in questa trasformazione che passerà attraverso l’innovazione.

Il senso concreto alle parole “Serramento Sostenibile”: LCA e EPD

Stefano Mora – Direttore del Consorzio LegnoLegno

I temi della Sostenibilità, della transizione ecologica e dell’economia circolare sono argomenti attuali dell’agenda Europea che si riverbera su tutti gli stati membri.

Anche il settore del serramento, elemento chiave del costruire, è chiamato a fare la sua parte.

E’ stato chiaro fin da subito all’imprenditoria che l’altra faccia della medaglia del dovere civile ed etico, è rappresentata dai vantaggi in termini di opportunità di mercato: ampliamento del business, possibilità di rispondere in modo mirato e coerente alle nuove richieste di mercato e opportunità di intercettare cantieri di valore.

Al BeOpen Future a Bergamo, illustreremo gli obiettivi, i vantaggi e la metodologia per affrontare il percorso di etichettatura ambientale e avvicinarsi ai concetti di CAM – Criteri Ambientali Minimi, LCA – Analisi ciclo di vita, EPD – Dichiarazione ambientale di Prodotto.

Doveroso sarà anche fare il punto rispetto alla nuova revisione del Decreto CAM.

Il 6 agosto 2022, infatti, era stato pubblicato il “Decreto CAM”, entrato in vigore i primi di dicembre dello stesso anno; il Decreto, particolarmente importante per il mercato della Pubblica Amministrazione, introduceva anche per il settore serramenti una nuova serie di requisiti base e premianti.

A distanza di poco più di un anno, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica si appresta a pubblicare un nuovo testo revisionato, che introduce maggiori dettagli operativi su specifici requisiti.

Alcuni di questi requisiti sono direttamente correlabili ai serramenti ed ai processi di installazione ed è indispensabile conoscerli, approfondirli e comprendere come darne soddisfacimento.

Qualifiche dei sistemi di posa e degli installatori, mantenimento delle prestazioni in opera dei prodotti, percentuali di riciclato dei materiali, tracciabilità della materia prima, emissione di VOC di materiali e componenti, sono solo alcuni dei requisiti tecnici che si applicano direttamente anche ai serramenti, in ragione del tipo di intervento da effettuarsi.

Un intervento, questo, la cui importanza è tale da essere ripetuto due volte all’interno del Programma dei Convegni del BeOpen Future, al fine di dare a quanti più imprenditori possibile, l’opportunità di un confronto che li possa “affacciare” sul futuro del settore.

Perchè le aziende scelgono LCA-EPD, CAM (Criteri Minimi Ambientali) e Catena di Custodia FSC®/PEFC®?

Stefano Mora – Direttore del Consorzio LegnoLegno

I mercati chiedono una maggior attenzione all’ambiente e prodotti più sostenibili; i Finanziamenti Europei e Nazionali ed i protocolli internazionali premiano tali scelte.

Imprese di costruzione e studi di progettazione chiedono conformità ai criteri ambientali minimi CAM: vengono specificati nei contratti e/o nei capitolati e sono prerequisito di accesso ai lavori, specie in presenza di finanziamenti connessi al PNRR.

Gli interventi di riqualificazione e costruzione sostenuti da finanziamenti europei (PNRR) ed i protocolli internazionali di certificazione premiano prodotti sostenibili, con dati e dichiarazioni oggettivi.

Differenziarsi grazie a prodotti sostenibili è una strategia vincente per le aziende, così come adottare un ethos aziendale che valorizza la tutela dell’ambiente come elemento centrale della propria identità e delle proprie operazioni.

    "Case Green" Verso il 2030-2050: la Direttiva UE EPBD

     Stefano Mora – Direttore del Consorzio LegnoLegno

     

    Edifici a emissioni zero entro il 2050

    Attualmente gli edifici rappresentano oltre un terzo delle emissioni di gas serra nell’UE.

    Secondo le nuove norme, entro il 2030 tutti i nuovi edifici dovrebbero essere a emissioni zero ed entro il 2050 il patrimonio edilizio dell’UE dovrebbe essere trasformato in un patrimonio edilizio a zero emissioni

     

    Fino ad esaurimento posti

    Coordinamento a cura di Antonio D’Albo

    #cantieri_divalore #farsi scegliere #innovazione_tecnica #innovazione_servizio #progettazione #posa #MarchioPosaQualita

    I bonus hanno appiattito l’offerta di mercato: i serramenti sono stati “acquistati” e non “venduti”; oggi la forte riduzione dei bonus inverte lo scenario e costringe le imprese a trovare elementi distintivi e nuovi, per farsi scegliere.

    Un “fare impresa” che torna ad essere personale e differenziante

     

    Requisiti futuri per i tuoi prodotti e sistema di posa

    Antonio D'alboAntonio D’Albo – Ingegnere e Direttore Tecnico del Laboratorio LegnoLegno ed esperto di norme, leggi e processi produttivi del settore serramento

    Partendo dal presupposto che per prodotti intendiamo tutti i serramenti (finestre, porte, portefinestre, ecc.) assoggettati alle norme della marcatura CE ma anche a richieste specifiche nazionali (vedi i Bonus su Energetica, Requisiti Acustici, Normazione sulla Posa, Barriere Architettoniche), si vogliono affrontare in modo “legato” le prestazioni raggiungibili dalle diverse tipologie di serramenti in relazione alle richieste attuali e future del mercato dei serramenti in opera. 

    Le disposizioni nazionali ed europee che riguardano il costruire si stanno, infatti, delineando come sempre più esigenti in termini di prestazioni di prodotto e relativa installazione. Questa tendenza avrà impatti importanti sul mercato in termini di richieste e quindi di offerta.
    Soprattutto per questo è  importante restare aggiornati il più possibile per rispondere con solerzia alle nuove richieste di mercato e anticipare, quando è possibile, la concorrenza.

    La certificazione del processo di posa e il marchio "Posa Qualità"

    Stefano Mora – Direttore del Consorzio LegnoLegno

    Due strumenti innovativi finalizzati a distinguere la professionalità dei serramentisti italiani.
    Entrambi hanno il compito di dare evidenza della buona progettazione del giunto e sorveglianza del
    processo di posa.

    Il Marchio Posa Qualità Serramenti è uno strumento innovativo per distinguere l’intero processo
    di posa del serramento, dalla progettazione delle configurazioni di posa, alle skills prestazionali,
    fino alla posa in opera.

    La certificazione del processo di posa permette al serramentista di operare a fronte di una
    conformità garantita da Organismo di certificazione, terzo indipendente, tale da poter documentare in
    qualsiasi momento le prestazioni previste dal progetto esecutivo di posa (correlate alle prestazioni
    dichiarate dal produttore dei serramenti), e quindi ottenere benefici (es. risparmio energetico),
    attesi dal committente e richiesti dalla legislazione nazionale.
    Per tutti i riferimenti normativi pertinenti si rimanda alle norme tecniche UNI 11673 parte 1 e 4.

     

    Nuova era per il monoblocco

    Davide Barbato – Resp.le Qualità laboratorio tecnologico LegnoLegno

     Componente edile sempre più presente nei nuovi mercati, il monoblocco comincia ad essere caratterizzato prestazionalmente in modo sempre più preciso. Grazie ad una imminente pubblicazione normativa, i requisiti termici, acustici e di tenuta agli agenti atmosferici saranno regolamentati anche nell’ottica di un allineamento alle performance dei serramenti. La conoscenza di tali aspetti risulta necessaria, non solo per il Produttore, per proporre e valorizzare in maniera efficace il monoblocco verso ogni tipologia di committenza.

    Fino ad esaurimento posti 

    Coordinamento a cura di Davide Barbato

    #Direttive_Europee #consapevolezza #sostenibilità #cantieri_di_valore #progettisti #posa

    I tanti avvenimenti degli ultimi anni e le direttive Europee, impongono alle aziende della nostra filiera una nuova analisi dei mercati.

    Di fronte a nuovi scenari, non ci si può improvvisare: servono strategia e lucidità d’azione per direzionare in modo consapevole e deciso energie e risorse verso obiettivi specifici.

    Gli esperti forniranno una lettura concreta di ciò che accadrà e di quali saranno le opportunità da non perdere.

    Lavorare con i Progettisti e cantieri di valore

    Antonio D'albo Antonio D’Albo – Ingegnere e Direttore Tecnico del Laboratorio LegnoLegno ed esperto di norme, leggi e processi produttivi del settore serramento

    Progettisti e i loro cantieri più importanti, rappresentano una commmittenza molto esigente alla quale è bene rispondere con soluzioni innovative e dati tecnici dimostrabili.

    La vasta esperienza di test eseguiti in cantiere dal Laboratorio Legnolegno, ci offre l’opportunità di fare un excursus sulle soluzioni tecniche messe in pratica più performanti e ci aiuta a comprenderne i vantaggi oltre a permetterci di ragionare su “errori” ai quali porre attenzione.

    Le prove di cantiere, infatti, rappresentano la nuova frontiera delle verifiche prestazionali dei serramenti.

    Sempre più richieste da tutti i soggetti operanti nella filiera (Serramentista, Progettista, Impresa, Privato, etc), esse vanno affrontate con la giusta preparazione pratica e formale, nella consapevolezza che possono rappresentare un enorme valore aggiunto o un serio problema da gestire.

    Piano Transizione 5.0: incentivi e novità

    Ciro Frate – Direttore Confidi Artigiancredito CNA

    Un incontro ricco di contenuto e opportunità per le PMI e per le mPMI.

    Tratteremo di credito e Finanziamenti per la ripresa e gli investimenti delle mPMI, faremo il
    quadro attuale dopo le misure di sostegno introdotti dal Decreto Liquidità con la crisi
    pandemica.

    Illustreremo i vantaggi e opportunità del credito ordinario garantito dal Confidi e ci occuperemo anche di incentivi e i finanziamenti agevolati.

    Uno sguardo di riguardo sarà riservato anche alle misure per le nuove imprese e
    agli incentivi per l’innovazione e la sostenibilità ambientale.

    Le tecnologie emergenti che cambieranno la produzione e la vendita

     Enrico Vellante – Amministratore CNA Hub 4.0 Campania Nord

    L’impatto delle tecnologie emergenti e delle innovazioni di
    processo nel settore dei serramenti.

    Dalla Realtà Virtuale alla Robotica, passando
    per l’IA e la manifattura additiva, il discorso delineerà come queste tecnologie
    potranno ottimizzare design, produzione e marketing promuovendo ad esempio
    l’innovazione nei materiali o valorizzando la proprietà intellettuale.

    Si approfondiranno le dinamiche di open e peer innovation per rafforzare la ricerca e
    sviluppo, e si concluderà con le principali forme di finanziamento che sosterranno la
    trasformazione digitale dei professionisti del settore.

    Durante tutta la giornata

    presentazione prodotti

    Laboratori di dimostrazione

    SERVIZI

    Bar attivo tutto il giorno

    Ristorante attivo per il pranzo

    Dalle 13.00 alle 14.00